Lo sport appassiona moltissime persone, occupa il loro tempo libero ed è occasione di ritrovo e di confronto. Esistono svariate tipologie di sport: le più conosciute sono: calcio, basket, pallavolo, rugby, baseball, tennis, e si praticano in tutto il mondo. Oggi esploriamo brevemente le regole fondamentali dello sport più seguito a livello nazionale  e non solo, quello che raduna in uno stadio o davanti alla TV persone di tutte le età: il calcio.

Il calcio

Il calcio è uno sport di squadra e si gioca in 11 vs 11 e lo scopo del gioco è fare goal (ovvero calciare un pallone di cuoio nella porta avversaria). Esistono vari ruoli, tutti ugualmente importanti: il capitano ha il compito di fare da mediatore tra la squadra e l’allenatore, gli vengono richieste doti di leadership, grande esperienza e grande valore calcistico, il portiere è fisso davanti alla porta per difenderla dai tentativi di goal degli attaccanti avversari. Ad aiutare il portiere intervengono i difensori, il cui numero varia a seconda della formazione scelta dall’allenatore. Man mano che ci si allontana dalla porta, ci si avvicina al centrocampo, dove giocano i centrocampisti, il cui ruolo è di mantenere o prendere palla per aiutare i difensori o gli attaccanti. Agli attaccanti spetta il compito di finalizzare l’azione e mettere la palla in rete. Va ricordato che il calcio è un gioco di squadra, se quest’ultima vince o perde è responsabilità o merito dell’intero gruppo, che si coordina e si armonizza, contando sui singoli componenti per un obiettivo comune. Hanno a disposizione 90 minuti di tempo per segnare più goal possibili e difendere la propria porta, il tutto è diviso in due tempi, separati da un intervallo. Il campo è di forma rettangolare, e la regolarità del gioco è garantita dall’arbitro e dai guardalinee. Chi non rispetta le regole o commette un fallo può essere ammonito o addirittura espulso.

 

Commenti:


Condividi!

Seguici