Auricolari, Femminile, Sdraiati, Musica, Persona

Quante volte ci è capitato di rifugiarci nella musica durante un periodo di stress o di malinconia?!

Tanti sono gli adolescenti che utilizzano la musica come un mezzo per allontanarsi dalla vita reale,

che probabilmente non è come loro vogliono che sia, ma tanti sono anche gli adulti che ascoltano la musica per isolarsi dallo stress giornaliero. I bambini, invece, ascoltano la musica per il semplice divertirsi, ascoltando musica del momento. Ascoltare la musica non vuol dire solamente ascoltare una melodia che ci suscita emozioni ma anche riconoscersi nelle parole di un testo, messe nero su bianco, o meglio ancora, voce su nota e che esprimono ciò che spesso non riusciamo ad esprimere attraverso le parole.

Ma, come la maggior parte delle cose, anche la musica ha subito la sua evoluzione, nuovi generi, nuovi temi e nuove melodie sono arrivate ai giorni d’oggi, come per esempio la musica rap-trap o ancora la musica reggaeton e tanti altri sono diventati generi della nostra quotidianità che definisce spesso il carattere sia del cantante che dell’ascoltatore, basti pensare al rapper Emis Killa che ha un complesso modo di vestirsi completamente diverso da un Pino Daniele che cantava musica più leggera.

La problematica che si verrebbe a creare è basata appunto sull’evoluzione della musica che contiene temi sempre più tristi ma reali, e questo potrebbe scaturire nei ragazzi che ascoltano la “nuova musica” un distacco totale dalla realtà, senza più riconoscersi in quello che realmente sono ma in quello che vorrebbero essere.

Però si potrebbero introdurre delle alternative musicali, che portano il ragazzo, l’adulto o il bambino ad immaginare un mondo che soddisfi le proprie necessità e volontà ma allo stesso momento riconoscere la realtà dei fatti, affrontarla e trovare una soluzione.

Dunque possiamo ribadire che nonostante i vantaggi che la musica offre all’essere umano, la sua evoluzione può essere un punto a suo sfavore in quanto provoca un allontanamento troppo distante dalla realtà stessa.

Pertanto ti consiglio di riflettere sugli effetti che la musica potrebbe suscitare su te!

Commenti:


Condividi!

Seguici